Come la “Condotta dei fabrianesi”. Paragoni inusuali tra “cose” nascoste.

Tiziana Pompili

 …credo che la volontà di mettersi in gioco sempre, nonostante la  consapevolezza dei propri limiti, sia una delle armi che aiutano a superarli

(Paolo Navone, commentando il suo libro “Bibbia e macchine volanti” – Drakon Edizioni, 2018)

 

Secondo il filologo svizzero Adolf Tobler, la parola paragóne viene dal greco para (= presso, rasente, contro) e akṓnē (= pietra).  Anticamente, infatti, si chiamava pietra di paragone una varietà di diaspro nero usata per determinare la purezza dell’oro (…strofinata sopra l’oro ne prende il colore lucente…). Leggi tutto “Come la “Condotta dei fabrianesi”. Paragoni inusuali tra “cose” nascoste.”

Pillola… Le soluzioni tecnologiche

Il badge di Paolo Navone

Le soluzioni tecnologiche. Una riflessione.

Gli antropologi hanno studiato e confrontato gruppi di individui diversi e residenti in aree distanti tra loro, evidenziando che le soluzioni tecnologiche utilizzate:

Leggi tutto “Pillola… Le soluzioni tecnologiche”

Amerika prohibida – Parla Manuel Palacios

Tiziana Pompili

Il prologo dell’intervista

Nel gennaio 2017, proprio mentre mio figlio e mia nuora erano in viaggio in Ecuador, per la precisione a Guayaquil, entrai casualmente in contatto on line, con un ricercatore ecuadoriano, Manuel Palacios Villavicencio, autore di due libri intitolati Amerika prohibida e Amerika prohibida 2 (la collezione Crespi). Le sue ipotesi, maturate a seguito di indagini ventennali, avevano catturato immediatamente la mia attenzione. Leggi tutto “Amerika prohibida – Parla Manuel Palacios”

Piramidi di Giza: scrigni, non tombe

Monica Benedetti

Scrigni di luce, non oscure tombe

Le Piramidi di Giza, è una consapevolezza, non erano affatto le tombe dei faraoni Khufu, Kafre e Menkaure – o Cheope, Chefren e Micerino che dir si voglia e chiunque abbia iniziato un percorso di conoscenza è affatto passato, casualmente o per volontà, attraverso i misteri dell’Egitto predinastico.

Le Piramidi di Giza
La piana di al-Jizah con il Trittico ben in mostra

Leggi tutto “Piramidi di Giza: scrigni, non tombe”

Il Libro di Ezechiele: visionario o cronista?

Il badge di Paolo Navone

Introduzione a Il Libro di Ezechiele

La Bibbia, una raccolta di testi antichi, riconosciuti come sacri, nei quali vari autori descrivono i fatti secondo illuminazioni direttamente ispirate da Dio ovvero “figura” che, secondo la teologia, è: amore supremo, dispensatore di gioie, protettore delle genti e creatore di ogni cosa.

Ma è proprio così? Leggi tutto “Il Libro di Ezechiele: visionario o cronista?”

Eterodossa geneticamente pura

Monica Benedetti

Da eterodossa geneticamente pura, non mi accontento di pensare o scrivere in maniera Eterodossa ma ne vivo i tempi nelle mie azioni quotidiane. Una di quelle che amo di più è il perpetrare l’antica tradizione della raccolta dell’Iperico o Erba di San Giovanni. Vi invito a seguirmi nella magia di una giornata che sa di erba fresca, di memorie ancestrali e sacro silenzio… Leggi tutto “Eterodossa geneticamente pura”

Luci e ombre nel pozzo di Osiride

Loris Bagnara

Introduzione al pozzo di Osiride

Nel maggio 1998, durante una conferenza organizzata dal giornalista americano Art Bell, Zahi Hawass annuncia una nuova esaltante scoperta a Giza, fornendo in successive occasioni (conferenze, interviste) sempre più dettagli sul cosiddetto pozzo di Osiride,  a cui ho fatto cenno in conclusione dell’articolo L’altra Europa (parte seconda).

Non si trattò di una scoperta. Il sito, in effetti, era noto almeno dagli anni 1934-‘35, quando fu quasi completamente esplorato dal grande archeologo egiziano Selim Hassan. Hawass, tuttavia, non ne fa menzione. Oltre a ciò, troviamo un riferimento inequivocabile al pozzo di Osiride in alcuni documenti risalenti agli anni 1950, documenti di cui si è parlato nei precedenti articoli dedicati al libro L’altra Europa scritto da Paolo Rumor, da Giorgio Galli e dal sottoscritto.

I documenti di Rumor descrivono un ambiente sotterraneo, nel sottosuolo di Giza, dalla conformazione molto simile a quella del livello più profondo del pozzo di Osiride; inoltre, a tale ambiente è riferita una particolare designazione che acquista significato solo alla luce di un dettaglio che non poteva essere noto quando quei documenti furono consegnati nelle mani di Giacomo Rumor (vedi articolo L’altra Europa – Quale unificazione?). Insomma, ce n’è abbastanza per dubitare che le cose siano andate proprio esattamente come ci è stato ufficialmente rivelato.

Leggi tutto “Luci e ombre nel pozzo di Osiride”

432 Hz – Il Rizoma dei numeri eterodossi

Eterodossia ed eterodossi come Archeomisterica - here are the wolves

432 Hz: una frequenza alla base dell’Eterodossia

Quando lessi il libro di Santarcangeli ‘Il Libro dei Labirinti’ edito da Frassinelli, rimasi colpito dalla prefazione di Umberto Eco e in particolar modo il suo riferimento alle diverse tipologie di labirinti esistenti. Mi è rimasta in testa il Rizoma tra tutte e questo concetto si lega alla frequenza 432 Hz. Leggi tutto “432 Hz – Il Rizoma dei numeri eterodossi”